Archivio di giugno 2012

28
Giu

Il sushi più costoso del mondo

E’ un sushi davvero speciale ed è entrato nel Guinnes dei primati il 28 giugno  2010 come pietanza più costosa al mondo. Il padre della bizzarra creazione culinaria è Angelito Araneta Jr, chef di una rinomato ristorante di Manila.
Il sushi è composto da cinque pezzi di nigiri, avvolti in foglie d’oro 24 carati e decorati da piccoli diamanti africani da 20 carati, uova di pesce e perle africane.
Il costo si aggira intorno ai 1600 € (91.800 pesos).

Il sushi è stato concepito come presente per proposte di matrimonio davvero speciali, da offrire all’amata durante la proposta fatidica.
Il tutto può sembrare un po eccessivo, ma lo chef Araneta non è nuovo alle creazioni di lusso. E’ sua anche una torta di cioccolato decorata con diamanti e ricoperta da foglie d’oro, il cui costo superava quello del sushi di lusso.

 

una torta al cioccolato molto speciale

24
Giu

Oggi, quando si menzionano le perle, si pensa subito ad una donna. Eppure la storia è cosparsa di figure maschili che usavano indossare perle, poichè simboleggiavano il potere nobiltà e onore. Anche oggi c’è chi pensa (come me) che anche gli uomini possano indossare queste gemme, ma si tratta di un puro ornamento estetico. In tempi passati invece i re, non solo in oriente ma anche in occidente, usavano le perle per ornare le loro corone, oggetti fortemente simbolici che rappresentavano il potere e l’onesta di chi le indossava. Ma non solo, per esempio il re Rana di Dholpur usava indossare anche collane di perle, prova del fatto che fosse sensibile anche alla loro valenza estetica.

Il principe Rana di Dholpur

 

Oggi gli uomini che indossano le perle sono portati a prediligere i colori scuri come il nero, le sfumature tendenti al viola e al verde, generalmente le più preziose e rare. Ma non è necessariamente detto che i gioielli da uomo prediligano perle inaccessibili, molte volte si tratta di perle Thaiti di forme diverse da quella perfettamente sferica. In questo caso il prezzo si abbassa, senza per questo privare chi l’indossa di una gemma di altissima qualità.
A differenza dei gioielli da donna, le perle da uomo sono pensate più come gemme solitarie, montate su gemelli, girocollo di vari materiali o anelli. E’ una tendenza degli ultimi anni che sta trovando un sempre maggior riscontro tra il pubblico maschile di diverse fasce di età.

gioielli con perle per l'uomo

21
Giu

Quando parliamo di perle nere ci si riferisce il più delle volte alle pregiatissime perle Thaiti, prodotte dall’ostrica Pinctada Margaritifera, un’ostrica particolarmente delicata e perciò piuttosto difficile da coltivare. Per questo il costo di queste perle è mediamente più alto rispetto ad altre varietà. Vengono coltivate nelle isole dell’arcipelago della Polinesia Francese, in modo particolare negli arcipelaghi Gambier e Tuamotu e sono le uniche perle nere naturali.

Aree di coltivazione delle perle Thaiti

Esistono poi altre varietà di perle nere, di fiume o per esempio Akoya, ma in questo caso parliamo di perle generalmente più chiare che vengono colorate con sostanze naturali per raggiungere le tonalità delle più costose Thaiti.
Nelle coltivazioni di perle Thaiti, solamente il 3% delle ostriche innestate produce una perla di qualità top. E tra queste, solo una su 6 risulterà sferica. Quindi, mentre la maggiore domanda riguarda perle Thaiti perfettamente sferiche, la più parte delle perle a disposizione ha altre forme, tra cui, molto diffusa tra questo tipo di perle, è quella cerchiata (la forma è tendenzialmente rotonda e presenta delle cerchiature concentriche). Considerato dunque che la disponibilità di perle non sferiche, a goccia, e altre forme barocche è cinque volte maggiore di quelle sferiche, chi volesse investire in perle nere di Thaiti, può farlo prendendo in considerazione anche altre forme, ed acquistando di conseguenza un maggior numero di gemme.

Forme delle perle Thaiti

Queste forme meno conosciute stanno catturando l’attenzione di un numero sempre maggiore di acquirenti. E a ragione. Per molti, le forme barocche hanno più personalità e fascino di quelle perfettamente sferiche. Si sa, come le impronte digitali, nemmeno le perle di coltura saranno mai una identica all’altra, ma mentre un filo di perle Thaiti perfettamente rotonde può celare questa realtà, un filo multicolore di Thaiti barocche non può che celebrarla.

 

17
Giu

La Peregrina indossata da Elisabeth Taylor

La Peregrina è forse una delle perle più famose al mondo,  è stata battuta da Christie’s di New York il 13 dicembre 2011 ed è stimata dai 2 ai 3 milioni di dollari. Appartenuta alla Regina Maria, è stata acquistata 400 anni più tardi dall’attrice, e rappresenta il secondo pezzo più costoso della sua collezione (il primo è il suo famoso anello di diamanti, stimato dai 2,5 ai 3,5 milioni di dollari)
Di seguito un brano tratto dalle memorie dell’attrice che racconta l’episodio dello smarrimento della perla:

“Ricevetti La Peregrina da New York in una delicata catenella (Elisabeth Taylor ha successivamente ridisegnato la collana che avrebbe ospitato la perla, quando la ricevette era appesa ad una lunga catenella assieme ad altre perle naturali) e la toccavo come fosse un talismano camminando avanti e indietro per la stanza del Caesar’s Palace. Avevamo preso l’intero  attico e il personale ne occupava la metà. Così avrei voluto urlare di gioia ma Richard era in uno dei suoi umori gallesi, e la sua gioia…beh, era gallese, delle volte la sua gioia era perversa e poteva sembrare oscura. Ecco, sapevo che non avrei dovuto essere troppo espansiva nell’esternare la mia contentezza, così non c’era nessuno con cui parlarne e nessuno a cui avrei potuto dimostrare la mia felicità, e stavo andando letteralmente fuori di testa! Ad un certo punto allungai la mano per toccare nuovamente La Peregrina e realizzai che non era più li! Guardai Richard e grazie a dio non mi stava guardando, andai in camera e mi buttai sul letto, nascosi la faccia nel cuscino e cacciai un urlo.
Lentamente e con attenzione, ripercorsi i miei passi verso la camera. Mi levai le ciabatte, i calzini, e mi abbassai carponi, cercando la perla ovunque. Nulla. Pensai: “Dev’essere nel soggiorno davanti a Richard. Cosa posso fare? Mi ucciderà! Adora quella perla, adora qualsiasi cosa abbia un valore storico. La peregrina è unica nel mondo delle gemme. E’ una dei pezzi più straordinari che esistano. E sapevo che ne era orgogliosissimo.
Così usci canticchiando, e camminavo avanti e indietro a piedi scalzi, cercando di vedere se avessi sentito qualcosa sul tappeto. Provavo ad rimanere composta perchè dentro ero completamente sconvolta. Vidi i due pechinesi che appartenevano a me e Richard. Uno di loro stava masticando un osso e lo guardai, prendendo il respiro piu profondo che mi riuscì. Realizzai che non davamo mai ossa da rosicchiare ai cani, specialmente ai cuccioli. Cosa sta masticando? Gli aprii la bocca, e vi trovai una delle perle più perfette al mondo. Ed era, grazie a dio, intatta.

Alla fine lo dissi a Richard, ma dovetti aspettare una settimana.

 

13
Giu

Perle gold south sea

Le perle gold south pacific sono tra le più preziose e più ricercate al mondo. I loro colori caldi e dorati sono di derivazione unicamente naturale. Queste perle rappresentano una novità piuttosto recente ma che sta rivoluzionando il mondo della gioielleria. Stanno superando in popolarità quelle bianche e color crema, per via della loro lucentezza vivida che le rende le vere star tra tutte le perle. Non c’è da stupirsi dunque se costituiscono il nuovo trend del momento nella gioielleria esotica, amate e indossate da molte celebrità.
Mentre quasi tutte le perle south pacific sono prodotte dalla Pinctada Maxima Silver-lip, che produce le perle bianche, color crema e rosate, le perle gold sono prodotte dalla varietà di Pinctada Maxima denominata “Gold-lip” e vengono allevate unicamente nelle calde acque tropicali dei mari del sud. Un tempo si potevano trovare solo in Birmania, ma oggigiorno vengono prodotte anche nelle acque che circondano le Filippine, Giappone (nel sud, in acque più temperate rispetto a quelle che ospitano le coltivazioni di Akoya), Indonesia e in misura minore, Australia.
Per via della loro rarità e degli elevati costi di produzione, sono ancora pochi i rivenditori che hanno a disposizione un certo quantitativo di fili e di gioielli composti da queste favolose perle, ciò nonostante sono state accolte con grande entusiasmo per il loro carattere estremamente raffinato.
Anche tra le perle dorate, si possono trovare varietà più o meno costose. Quelle che posseggono una lucentezza più profonda che ricorda l’oro, costano di più. Quelle invece dalla lucentezza più lieve, dalle tonalità simile allo champagne, sono in rapporto, meno costose.

Le dimensioni delle perle gold sono piuttosto sorprendenti, considerato che le più piccole partono da un diametro di 9mm e che quelle più grandi, seppure estremamente rare, possono arrivare fino a 17 mm. Consideratevi fortunati se riuscite a trovare un filo di perle gold perfettamente rotonde, poichè produre la collana in questione deve essere costato molto tempo. Ciò non significa che le gold barocche e semi-barocche non siano popolari tra gli estimatori di perle.

Un filo di perle gold, oggi, può essere un gioiello molto costoso per la maggior parte delle persone. Pensate che una collana di gold di alta qualità e di una certa grandezza piò arrivare a costare anche un milione di dollari!