Archivio di settembre 2013

20
Set

La perla Mari del Sud, nota anche come perla australiana, nasce dal mollusco Pinctada Maxima ed è coltivata in tutto l’Oceano Indiano e Pacifico,  principalmente in Australia, nella costa meridionale della Cina, ma anche nelle Filippine, Indonesia e Myanmar.

 coltivazione perle Mari del Sud

 

Quest’ostrica cresce fino a 30 centimetri di diametro e può raggiungere un peso di 5,5 kg. La Pinctada Maxima è un animale molto delicato, per proteggersi vive in profondità (fino a 100 m) e la sua coltivazione è caratterizzata da un’elevata percentuale di mortalità, che arriva a sfiorare addirittura l’80% degli esemplari.

Questo magnifico bivalve è caratterizzato da labbra argentate o dorate, ed è proprio questo  che determina il colore della perla che viene prodotta.

 loose-silver-pearls

 

Attualmente la produzione di queste perle è di circa 800.000 all’anno e le ostriche selvatiche rappresentano circa il 70% della produzione.

Sono  ostriche che consentono una sola nuecleazione alla volta, ossia viene inserito un solo nucleo. L’ostrica viene nucleata quando il suo sviluppo raggiunge la metà della sua dimensione, circa 12 e 17 cm, o intorno ai 24 mesi di età. La crescita è di 2 mm all’anno.

Nonostante sia possibile introdurre un solo nucleo alla volta, quest’ ostrica puo’ essere nucleate 2-3 volte successive nel corso di diversi anni.

 207406_10150157758463948_355406978947_6570721_5450604_n

 

Le perle Mari del Sud sono tra le perle più grandi coltivate in tutto il mondo.

La loro dimensione media è di 13 mm, con una gamma di diametri che  va dai 9 ai 20 mm.

 

Diversi sono i fattori che contribuiscono al raggiungimento di diametri così grandi:

  • la dimensione dell’ostrica Pinctada Maxima
  • la dimensione del nucleo che viene inserito nel processo di nucleazione
  • il lasso di tempo, le perle vengono lasciate nelle ostriche diversi anni
  • la zona di produzione, ossia l’ambiente nel quale le ostriche vengono coltivate.

Le gonadi, o ghiandole riproduttive, delle ostriche Pinctada Maxima sono molto più grandi delle gonadi dellle ostriche Akoya, e per questo motivo la Pinctada Maxima riesce a secernere la madreperla intorno al nucleo molto più rapidamente che non le ostriche Akoya, specialmente nelle acqua calde.

Le acque dei mari del sud sono generalmente molto pulite e ricche di plancton, nutrimento preferito dalle Pinctada Maxima e questo favorisce  la produzione di madreperla.

Hanno una lieve varietà di colori, che varia dal  bianco, argento e oro. Le più pregiate sono proprio le perle dorate, commercialmente definite perle Gold .

 

SS pearls-7ritocc

 

Le forme invece possono essere rotonde e semi rotonde (10-30%), a bottone e a goccia (40-60%), barocche e semi barocche (20-40%).

Come si può evincere dale percentuali sopra descritte, solamente una piccola percentuale delle perle Australiane ha forme ben rotonde  e questo ne fa una rarità che di conseguenza ne attribuisce il valore.

La composizione di una collana con perle rotonde e omogenee è infatti spesso un lavoro molto lungo e complicato da realizzare.

 SS pearls-21

 

Stimate da collezionisti e professionisti, le perle Mari del Sud sono  conosciute e ricercate particolarmente per le dimensioni generose e i colori raffinati.

 

Per voi, Genisi Pearls ha selezionato e  accuratamente scelto con attenzione nei luoghi d’origine le più belle perle per poter creare dei meravigliosi gioielli che possano soddisfare ogni richiesta ed esigenza.

L.R.

 

12
Set

Siete innamorati e state per sposarvi?

Bene…abbiamo per voi dei piccoli suggerimenti per sciegliere il gioiello più adatto da indossare il giorno del vostro matrimonio!

 

sposa con perle

 

Non c’è niente che completi l’abito da sposa e vi aggiunga fascino come un bel gioiello con le perle: simboleggiano l’amore, la purezza e si ritiene portino felicità e prosperità al matrimonio.

Le perle nel giorno del matrimonio rappresentano una tradizione consolidata in diverse culture  fin dai tempi più antichi.

I greci credevano che queste gemme portassero armonia nella coppia. Anche in età vittoriana le perle al matrimonio erano una consuetudine molto diffusa, solo in alcune culture si dice che le perle portino lacrime. Ma l’ostacolo è facilmente aggirabile visto che tale credenza ha validità solo quando queste vengono regalate.

 

sposa con perle

 

La versatilità delle perle rende facile la scelta ma ricordate che non deve sopraffare la vostra naturale bellezza….

Una scelta sicura è quella di seguire la scollatura del vostro vestito nuziale.

Per chi indossa un abito senza spalline, per valorizzare spalle e collo, va benissimo il modello ras du cou o girocollo che va dai 38 ai 40 centimentri, si posiziona alla base del collo ed è decisamente molto elegante e raffinato.

 

collana sposa

 

Anche la classica collana senza tempo di perle princess che scende con delicatezza sul vostro décolleté e che va dai 43 ai 45 centimentri è perfetta.

Adatta anche la collana a più fili, purchè rimanga ad un centimetro dalla scollatura.

Se volete qualcosa di meno classico e più particolare le perle  keshi a forma di petalo fanno al caso vostro, danno una scintilla in più e accentuano la femminilità.

 

perle keshi

orecchini perle keshi

 

Anche lo sposo può indossare le perle, usando per esempio dei bellissimi gemelli!

gemelli uomo

gemelli uomo

 

La perla, è una gemma semplice e discreta, esalta la bellezza e la luminosità del volto, il colore della pelle, senza mai risultare eccessiva e fuori luogo.

Bianca e splendente, proprio come l’abito da sposa, il gioiello in perle è dunque per sua stessa natura l’accessorio ideale per accompagnare ogni donna nel giorno più bello della sua vita.

L.R.

03
Set
perle d'imitazione

perle d’imitazione

Con il termine “perle d’imitazione”, o “perle false”, si indicano perle prodotte interamente dall’uomo, ovvero fabbricate artificialmente senza l’impiego di ostriche.

Le perle d’imitazione sono costituite da materiali di qualsiasi composizione; possono anche essere ricoperte da sostanze madreperlacee di origine animale, ma rimangono comunque dei prodotti non naturali, in quanto non sono state generate da molluschi.

 

perla nell'ostrica

 

Ecco quindi alcuni consigli per capire la differenza tra una perla artificiale apparentemente perfetta e una preziosa perla naturale o coltivata con tecnica naturale:

 

  • Attenzione ad alcuni nomi ingannevoli con cui vengono chiamate le perle false, come ad esempio “perle di Majorca o Mallorca”, “perle di Parigi” o addirittura “perle di coltura migliorata” .

 

  • Diffidate dalle  perle troppo perfette, sono facilmente fabbricate in vetro, ceramica o plastica e ricoperte con una vernice o qualche altro materiale che simula lucentezza e iridescenza. Una perla naturale o coltivata con tecnica naturale, se si osserva da vicino, ha sempre qualche piccola imperfezione.

 

perle d'imitazione

 

  • Anche le dimensioni sono importanti. In un filo di perle false le gemme sono tutte della stessa forma e diametro, identiche fra loro perché prodotte in serie.

 

  • Controllate il foro delle perle, se sono vere è preciso e senza difetti, se sono false il foro è spesso rovinato da piccole sbucciature, causate dalle sostanze collanti presenti nel prodotto.

 

  • Le perle false non hanno differenze di colore tra una perla e l’altra, il tono è piatto, non ci sono sfumature o gradazioni, nelle perle vere ci sono nuance, profondità e armonia di colori.

 zhen-zhu

 

  • Le perle vere risultano essere più fredde di quelle false.

 

Ultimo importante consiglio per individuare i migliori falsi in commercio, provate a strofinare le perle sui denti, se avvertite una leggera sabbiolina avete fatto la scelta giusta!

 

 

collana di perle

L.R.