19
Apr

Come pulire le perle

 

consigli per una corretta pulizia delle vostre perle

Quando ho pensato di creare un blog totalmente dedicato alle perle sono stato spinto fondamentalmente dalla voglia di “sapere e far sapere”, ovvero di condividere con voi le mie conoscenze, felice di aiutarvi ad amare e rispettare queste gemme.
Mi è già capitato in questa sede di trattare delle pratiche per la cura delle perle, ma oggi desidero porre l’accento su un aspetto in particolare, ovvero le buone norme di pulizia, per far si che le vostre perle restino sempre al loro massimo splendore. Il fascino delle perle sta forse proprio nel loro essere preziose, delicate e “vive”.
E sono queste stesse qualità a renderle oggetti bisognosi di “attenzioni particolari”, aspetto che talvolta tende ad intimorire chi per la prima volta si approccia all’acquisto di queste gemme.
Si tratta di pratiche semplici che non richiedono grandi conoscenze, solo un po di costanza e qualche piccola cautela.
Nei corsi che tengo mi piace paragonare le perle ad un bel capo di cachemire. Son certo nessuno si sognerebbe di infilarlo in lavatrice a 100 °!
Allo stesso modo non bisogna temere di indossare delle perle, se si avrà l’accortezza di riservare loro qualche cura che non ci richiederà grande dispendio di tempo ne di energia.
Ecco una procedura semplice ma efficace per pulire le vostre perle:

 

Riempite una bacinella con acqua ed un tappo di shampoo delicato o detersivo neutro (tipo lanolina)
Immergetevi le perle e rimuovete lo sporco superficiale strofinando delicatamente
Potete aiutarvi con uno spazzolino dalle setole molto morbide, come quelle che si utilizzano per pettinare i neonati.
In questo modo sarete in grado di pulire con efficacia anche i punti più difficili (nei fili di perle ad esempio lo sporco e le impurità tendono ad accumularsi in prossimità dei nodi) senza danneggiare le perle.

 

Sostanze come sudorazione unita alla polvere e/o a residui di cosmetici possono intaccarne la superficie, ecco perchè una pulizia periodica e accurata evita quella che viene definita “morte della perla” ovvero l’essiccazione dei pigmenti che la rende opaca ed incolore.
Ogni volta che le riponete dopo averle indossate abbiate l’accortezza di strofinarle delicatamente con un panno morbido, in modo da evitare l’accumulo di prodotti per il corpo che possono attirare sostanze dannose come inquinamento, fumo, polvere, e così via.

Ricordate inoltre di indossarle periodicamente, non solo ai matrimoni.
Un filo di perle è adatto anche con un paio di jeans o abbigliamento casual.

Promozione sconto 15% su gioielli con perle

15 Commenti a “Come pulire le perle”

  1. maleen irma dunker ha detto:

    molto interessante.

  2. Cristina ha detto:

    Ma allora io sbaglio tutto! Un gioielliere mi ha detto di tenerle sul bordo della finestra in modo da fargli prendere il massimo di luce possibile!

  3. Adriano ha detto:

    Salve Cristina, per una giusta manutenzione e conservazione segua i consigli che ho indicato! Non sarà certo necessario ricorrere ad espedienti che oserei definire quantomeno fantasiosi!

  4. alessandra ha detto:

    ho ritrovato delle perle di mia madre che per 20 anni sono state chiuse in una scatola, sono molto gialle…saranno vive? posso pulirle con lo shampoo?
    ho anche un filo di perle mio e purtroppo alcune sembrano morte, ossia opache…come posso farle rivivere?
    grazie

  5. Adriano ha detto:

    Buonasera Alessandra,
    eviterei di lavarle con lo shampoo! Usi piuttosto appena un goccio di detergente con base lanolina (il Lip o simile per intendersi) in una piccola bacinella con dell’acqua tiepida.
    Questo non migliorerà il colore ma se di fatto sono state utilizzate e mai pulite quantomeno riuscirà a togliere lo strato di polvere mista a sudorazione che probabilmente si sarà depositata in superficie.
    Relativamente alle sue perle che come dice pare siano morte credo purtroppo ci sia poco da fare…
    Legga attentamente all’interno del blog tutti i consigli relativi ad uso e cura delle perle per prevenire di rovinare in modo definitivo le altre.
    http://blog.genisi.com/blog/varie/modi-sicuri-per-pulire-le-perle-2/
    http://blog.genisi.com/perle/cura-gioielli-perle/

  6. delia ha detto:

    é vero che si possono pulirle con olio di oliva

  7. Adriano ha detto:

    L’olio d’oliva più che pulire ha una funzione preservante. E’infatti possibile contemplarne l’uso ma con grande attenzione e parsimonia affinché non diventi ricettacolo di polvere e sudorazione che troverebbero terreno ancor più fertile nell’attecchire e depositarsi sulla superficie della perla creando danni a volte irreparabili.
    Detto questo, per la semplice pulizia consiglio di leggere i post pubblicati nei mesi precedenti che parlano appunto delle tecniche di lavaggio e conservazione.
    http://blog.genisi.com/blog/varie/modi-sicuri-per-pulire-le-perle-2/

  8. Mara ha detto:

    Faccio un lavoro che consiste nel fare pulizie ma amo le perle così tanto che le metterei sempre, ho un paio di orecchini di perle vere posso indossarle tranquillamente tutti i giorni, basat semplicemente poi che le pulisco con un panno morbido?

  9. Adriano ha detto:

    Si, direi che è sufficiente pulirle con un panno morbido appena umido (meglio se in microfibra).

  10. Maria 18.11.16 ha detto:

    C’è e pulire le perle coltivate ingiallite dallolio di mandorle dolci?

  11. Adriano ha detto:

    Salve Maria, provi a lavarle con del detergente neutro. Basterà diluirne appena mezzo tappo in un piccolo recipiente con acqua tiepida. Passi delicatamente ogni perla con un panno in microfibra e faccia poi asciugare la collana su un asciugamani o un panno asciutto. Molto probabilmente non riuscirà a cambiarne il colore ma quantomeno eliminerà l’olio di mandorle che si sarà depositato sulla superficie delle perle e così facendo eviterà continui a produrre danni alle stesse.

  12. Perleinfila ha detto:

    Buongiorno, ho trovato molto interessante questo articolo, come del resto tutto il blog. Infilo perle da trentanni e spesso mi trovo davanti a collane talmente intaccate da agenti esterni da avere parecchie perle irrecuperabili. Non tutti i gioiellieri hanno, purtroppo, la cultura per consigliare correttamente come approciarsi alle perle. Solo una cosa, non ritiene necessario, dopo averle lavate per immersione, la rinfilatura per evitare che il filo umido marcisca dentro la perla e la collana si spezzi? Grazie

  13. Adriano ha detto:

    Salve, in effetti la pulizia “casalinga” è solo uno step temporaneo che serve a preservare la collana da eventuali problemi causati da polvere mescolata alla sudorazione e non ultimo prodotti cosmetici quali creme corpo.
    Convengo con lei che, in funzione della periodicità di utilizzo, ci si debba comunque avvalere di una persona come lei che abbia appunto la professionalità per poter reinfilare la collana periodicamente.

  14. SOHA ha detto:

    Buongiorno, spremendo succo di limone ho reso opaca la perla del mio anello a cui tengo moltissimo. Come posso fare per recuperare lo splendore? Grazie

  15. Adriano ha detto:

    Salve, gran bel guaio!
    Dovrei vedere in che condizione è ridotta la perla per poter dire se c’è modo di risolvere o quantomeno attenuare il problema verificatosi.
    Se le va può inviarmi qualche scatto via mail info@genisi.com

Lascia un Commento