Perle naturali

Gli “errori della natura” più seducenti del mondo

In breve

Una perla naturale si forma quando un corpo estraneo penetra nei delicati tessuti di un mollusco perlifero; come reazione di difesa, l’animale ricopre l’intruso di sottilissimi strati di madreperla, generando così una preziosa perla naturale. Oggi il 99% del mercato è costituito da perle coltivate e le poche perle naturali commercializzate vengono trovate casualmente dai pescatori. Esse vengono principalmente impiegate nella produzione di costosissimi pezzi unici e gioielli esotici. Esistono molti tipi di perle naturali e quelle menzionate di seguito si possono considerare tra le più note: perle Conch, le perle Melo Melo, le perle Abalone, le perle Cortez e le perle Scallop.

Il miracolo della perla

Come nasce una perla naturale

La perle sono gemme organiche prodotte da diverse specie di molluschi, soprattutto dalle ostriche dei mari orientali, come reazione a un’incidente della natura . Una perla naturale comincia a nascere quando un corpo estraneo penetra accidentalmente nel soffice mantello del mollusco, provocando un’irritazione dei tessuti. Per difendersi, l’animale comincia a ricoprire l’intruso di sottili strati concentrici di nacre, meglio conosciuta come madreperla, la stessa sostanza organica che costituisce la conchiglia. Dopo qualche anno si potrà ammirare lo straordinario risultato di questa azione difensiva: una meravigliosa perla naturale.

In assoluto le più ricercate

Le perle naturali ai giorni nostri

Da molti anni non si pratica più la pesca delle perle naturali, soppiantate agli inizi del 1900, da abbondanti quantità di perle coltivate chimicamente identiche e qualitativamente migliori. Le perle naturali presenti oggi nel mercato sono davvero poche (circa l’1% del prodotto) e sono scoperte casualmente dai pescatori di molluschi, durante l’estrazione della carne dalla conchiglia. Le perle naturali, molto rare e decisamente costose, sono utilizzate soprattutto nella realizzazione di gioielli preziosissimi, in particolare pezzi unici e ornamenti dal design esotico.

Varietà

Fiammeggianti, coloratissime, multicolore, profonde, opalescenti…
le meravigliose caratteristiche delle perle naturali

Perle Conch

Immagine da YAraregems

PERLE CONCH

La delicatezza delle perle Conch: piccole perle caraibiche dal colore rosato, arricchite da una moltitudine di fiammelle tono su tono.

Le perle Conch sono perle naturali molto rare, prodotte dal mollusco Strombus Gigas nei mari caraibici a sud della Florida . Esse non sono vere e proprie perle, ma una sorta di concrezione calcarea, simile ai “calcoli renali” dell’uomo. Generalmente le perle Conch hanno dimensioni contenute (massimo 3 mm di diametro) e forme irregolari (ovali o barocche). Le calde colorazioni delle perle Conch (rosa salmone, arancio rosato, e, più raramente crema, giallo e marrone) tendono a sbiadire nel tempo, soprattutto se le perle vengono esposte di frequente alla luce diretta del sole. La superficie è arricchita da un pattern molto particolare ed apprezzato: delle minuscole fiamme con colorazioni tono su tono. Tutte le perle naturali sono prodotti unici e, di conseguenza, l’enorme difficoltà nel trovare gemme simili tra loro, influenza notevolmente il prezzo delle perle Conch commercializzate in set.


Perle Melo Melo

Immagine da Ambragreco

PERLE MELO MELO

Il calore delle perle Melo Melo: rarissime perle dalle dimensioni eccezionali e dalle splendide tonalità aranciate.

Le perle Melo Melo sono prodotte dalla chiocciola Melo Melo, nei mari a sud-est della Cina, e sono le uniche perle al mondo a provenire da una lumaca di mare e non da un mollusco. Come le Conch, le Melo Melo non sono perle, ma concrezioni calcaree prive di nacre, prodotte dall’animale per proteggersi da un corpo estraneo penetrato nella conchiglia. Le perle Melo Melo sono decisamente grandi (addirittura oltre i 3 cm di diametro!), spesso rotonde e con colorazioni tendenti all’arancio-giallo, che purtroppo scolorano col passare del tempo. Le perle Melo Melo sono ancora più rare e preziose delle perle Conch; infatti sono considerate gemme da collezione e raramente vengono manipolate dall’uomo.


Perle Abalone

Immagine da YAraregems

La luminosità delle perle Abalone: amatissime perle tropicali dalle forme inusuali e dai mille riflessi colorati.

Le perle Abalone sono perle naturali abbastanza rare, prodotte dal gasteropode Haliotis Gigantea, detto anche Awabi o Orecchio di Mare, un grande mollusco perlifero dei mari tropicali , dotato di una meravigliosa conchiglia iridescente. Il lustro intenso e i mille colori della conchiglia si ritrovano nelle perle Abalone, gemme caratterizzate da uno straordinario mix di tinte lucenti: blu, verde, argento, lavanda, porpora etc. La forma “a corno” è la più comune, mentre è piuttosto raro trovare perle Abalone perfettamente sferiche. La grande richiesta di mercato ha spinto gli operatori del settore a sviluppare coltivazioni di perle Abalone, ma ancora oggi, vengono prodotte solamente perle Abalone Mabe a causa delle numerose difficoltà tecniche di questo tipo di coltura.


Perle Cortez

Immagine da Pearlnews Goestaf

PERLE CORTEZ

L’unicità delle perle Cortez: straordinarie perle messicane dalle dimensioni generose e dai colori dell’arcobaleno.

Le perle Cortez sono prodotte da due specie di molluschi del Pacifico: la Pinctada Mazatlanica, detta anche “Ostrica di Panama dalle labbra nere”, e la Pteria Sterna, detta anche “Ostrica dalle labbra arcobaleno”. Le perle Cortez sono perle naturali molto apprezzate, soprattutto per le dimensioni medio-grandi (dagli 8 ai 14 mm di diametro) e le colorazioni opalescenti , ricche di riflessi multicolore. Le tinte argento, bronzo e nero sono arricchite da intense sfumature verdi, blu, viola e oro, che si mescolano armoniosamente tra loro come in un l’arcobaleno. Le forme rotonde sono poco frequenti, la maggioranza delle perle Cortez ha forma barocca o semi-barocca. Le perle Cortez devono il loro nome a Fernando Cortez , il famoso conquistatore spagnolo che nel 1533 organizzò la prima spedizione europea nel leggendario “Mare delle perle” (oggi noto come golfo di California) e diffuse queste mitiche perle in tutto il Vecchio Continente. Nel tempo, la razzia delle perle Cortez divenne sproporzionata e, negli anni ’40, il governo messicano vietò la pesca delle ostriche produttrici, ormai a rischio d’estinzione. Il ritorno delle perle Cortez si ebbe soltanto nel 2000, quando, dopo anni di ricerche, la California sviluppò una tecnica di coltivazione efficace e fondò le prime Farm di perle Cortez coltivate del mondo.


Perle Scallop

PERLE SCALLOP

L’intensità delle perle Scallop: meravigliose perle del Pacifico dalle tonalità profonde, rese ancor più particolari da un suggestivo effetto 3d.

Le perle Scallop provengono dal mollusco bivalve Nodipecten Subnodosus, meglio conosciuto come “Zampa di leone”, a causa della somiglianza tra la sua conchiglia e la zampa di un leone. Questo mollusco vive prevalentemente nelle coste dell’America centro-settentrionale (soprattutto nella Baja California), dove viene pescato e commercializzato per la sua carne. Le perle Scallop hanno forme simmetriche (sferiche, ovali, a bottone) e colorazioni profonde: dal bordeaux al prugna, dal rosa cupo al viola scuro. Come altre perle naturali, anche le perle Scallop, in realtà, sono delle concrezioni calcaree, e, in questa varietà, tale composizione regala alla superficie delle gemme un particolarissimo effetto tridimensionale.

Varietà rarissime

Perle naturali ancor più rare e ricercate

Perle Clam

Perle Clam

Sono perle naturali prodotte raramente dall’ostrica Meretrix lusoria, un mollusco pescato nelle coste nord-orientali dell’America per essere mangiato. Le perle Clam sono perle naturali prive di nacre caratterizzate da un’atipica struttura aghiforme a pilastro.

Perle Feather

Perle Feather

Sono perle naturali che molto raramente si possono trovare all’interno del mollusco d’acqua dolce Margaritifera Margheritifera, solitamente pescato nel fiume americano Mississippi. Le perle Feather hanno una forma molto particolare, simile a quella di una piuma.

Perle Gayo de Acha

Perle Gayo de Acha

Sono perle naturali che possono essere trovate nell’ostrica Atrina pectinata (Pinna Nobilis), un mollusco bivalve raccolto principalmente per essere mangiato. Gli Indiani del nord America da sempre le chiamano perle Gayo de Acha.

Perle Oyster

Perle Oyster

Le perle Oyster sono generalmente raccolte nelle coste ad ovest degli Stati Uniti e del Messico. Una delle principali caratteristiche delle perle Oyster è quella di avere molte variazioni di colore sulla stessa gemma, oltre naturalmente a quella di essere molto rare.

Perle Quahong

Perle Quahong

Si tratta di perle molto rare che non sono costituite da nacre. La loro peculiarietà è avere un aspetto di superficie simile a quello della porcellana. Si possono trovare all’interno dell’ostrica Hard Clam e sono solitamente raccolte sulle coste a nord-est degli stati uniti e del Messico per esser mangiate.