Più una cosa è rara in natura più viene apprezzata, se poi questa cosa ha anche caratteristiche che sfiorano il prodigioso, come ad esempio una dimensione considerevolmente grande, allora un possibile ritrovamento diventa una scoperta di enorme importanza.

Lo scorso ottobre due province delle Filippine sono state le protagoniste di una scoperta che ha dell’incredibile, il ritrovamento di un gruppo di otto Tridacna Gigas nelle acque costiere tra le province di Palawan e Mindoro, durante la pesca di un mollusco molto comune di quelle aree, il Samong.

Una volta ripescate dal fondo del mare queste enormi ostriche sono state portate in un luogo segreto per essere esaminato da esperti: le prime due misurano rispettivamente 42 pollici e 36 pollici in diametro, con un contenuto del peso di 101 kg, identificato come concrezione calcarea, priva quindi della madreperla necessaria per catalogarla come vera e propria perla, con una consistenza più simile alla porcellana.

Due di queste otto ostriche da record sono già state vendute ad appassionati collezionisti Filippino-Cinesi, le quattro più grandi sono state aperte per vedere il contenuto e verificarne il peso mentre le ultime due, le più piccole, sono ancora intatte.

Nonostante il ritrovamento di un’ostrica di così grandi dimensioni non abbia portato alla scoperta di una perla altrettanto importante, in passato sono stante trovate alcune perle di peso e grandezza considerevole come, ad esempio, la Perla di Lao Tze (o Perla di Allah) che pesa 6.4 kg, un’inezia in confronto ai 100 kg della conformazione calcarea appena trovata, ma valutata ben 93 milioni di dollari.

 

Compra gioielli e collane di perle di altissima qualità sul mio negozio genisi.com e ricevi il 10% di sconto al primo acquisto!

A proposito dell'autore

Da 20 anni Adriano Genisi si occupa di selezione, certificazione ed acquisto di perle coltivate nei paesi d’origine. Collabora stabilmente con importanti realtà produttive del settore gioielleria nel ruolo di consulente aziendale per gli acquisti e l’importazione diretta del prodotto.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata