Un normale giorno di pesca può trasformarsi in una delle scoperte più importanti nella storia delle perle: il giugno scorso durante una comune battuta di pesca a strascico un pescatore ha rinvenuto una cosa assai insolita fra il raccolto attaccato alla rete, un enorme ostrica fossilizzata.

Dopo essere stato debitamente pulito dagli spessi strati di fango questo preistorico mollusco è stato misurato e datato: largo 17.78 cm e spesso 7.62 cm, questo mollusco fossilizzato ha più di 100 milioni di anni ed è grande 10 volte una comune ostrica.

Il fossile è stato donato al Blue Reef Aquarium di Portsmouth, Hampshire, dove gli esperti potranno studiare l’antico mollusco attraverso i suoi anelli di crescita, esattamente come accade con gli alberi, per poi sottoporlo ad ulteriori analisi dettagliare e ad uno scan MRI per esplorare il suo interno senza utilizzare metodi invasivi.

L’acquariofila Jenna MacFarlane del Blue Reef Aquarium ha spiegato che, in base ai più di 200 anelli rinvenuti sulla superficie ormai rocciosa dell’ostrica, questo esemplare potrebbe essere il più longevo mai scoperto; nonostante le possibilità di trovare qualcosa al suo interno siano abbastanza remote, quest’ostrica potrebbe forse contenere la perla più grande del mondo, grande quanto una pallina da golf in base alle proporzioni del fossile.

Solo una scansione ad MRI potrà svelare il mistero, e quindi non ci resta che attendere riscontri futuri.

 

Compra gioielli e collane di perle di altissima qualità sul mio negozio genisi.com e ricevi il 10% di sconto al primo acquisto!

A proposito dell'autore

Da 20 anni Adriano Genisi si occupa di selezione, certificazione ed acquisto di perle coltivate nei paesi d’origine. Collabora stabilmente con importanti realtà produttive del settore gioielleria nel ruolo di consulente aziendale per gli acquisti e l’importazione diretta del prodotto.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata