Compra gioielli e collane di perle di altissima qualità sul mio negozio genisi.com e ricevi il 10% di sconto al primo acquisto!

Un semplice test per riconoscere le perle vere

Di seguito alcuni aspetti utili a riconoscere le perle vere da quelle di imitazione:

le perle “false” sono anche dette “perle d’imitazione” e si distinguono dalle perle naturali o di coltura perchè prodotte in modo interamente artificiale, senza l’ausilio di ostriche. Generalmente sono composte da materiali sintetici quali ceramica o plastica, sulla cui superficie viene applicato uno strato di una sostanza madreperlacea che si ricava dalle squame dei pesci (essenza d’oriente).

Le perle di imitazione sono identiche tra loro: essendo prodotte in serie non differiscono l’una dall’altra ne in dimensione ne in colorazione;

Il foro delle perle false è solitamente rovinato da minuscole sgretolature dovute al sollevamento dello strato madreperlaceo che viene applicato in superficie con sostanze collanti, il foro delle perle di coltivazione, invece,  è netto e non presenta sbavature.

La superficie, se adeguatamente ingrandita, può rivelare preziose informazioni. Le perle di coltura possono presentare lievi protuberanze o irregolarità, che non troverete mai nelle perle d’imitazione.

Il test più semplice e conosciuto per riconoscere i falsi è il “test del dente”: strofinando leggermente una perla sotto un dente è possibile sentire se la superficie è completamente liscia o se invece è ruvida (come se si trattasse di un sassolino). Nel primo caso si tratterà di una perla di imitazione, nel secondo invece avete tra le mani una perla di coltura.

Molto più attendibile, ma anche meno accessibile, è il test ai raggi x, che consente di individuare all’interno della perla la presenza o meno di un parassita e/o di un nucleo e di osservare la forma dei fori, che nelle perle vere risultano leggermente più ampi verso il bordo che al centro.

A proposito dell'autore

Da 20 anni Adriano Genisi si occupa di selezione, certificazione ed acquisto di perle coltivate nei paesi d’origine. Collabora stabilmente con importanti realtà produttive del settore gioielleria nel ruolo di consulente aziendale per gli acquisti e l’importazione diretta del prodotto.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata