Compra gioielli e collane di perle di altissima qualità sul mio negozio genisi.com e ricevi il 10% di sconto al primo acquisto!

 

antica tradizione delle perle nella cultura cinese

Le più antiche testimonianze dell’esistenza delle perle provengono proprio dalla tradizione cinese. Furono le popolazioni cinesi ben quattromila anni fa a scoprire per prime queste gemme delicate e brillanti mentre scandagliavano i fondali marini in cerca di cibo. Da allora sono innumerevoli le opere d’arte orafa create da questo popolo talentuoso che ha fatto della perla un elemento importante della propria tradizione culturale.

Nell’antica civiltà cinese, le perle erano largamente stimate. Risulta evidente dalle numerose testimonianze lasciate sia nella storia che nella tradizione religiosa, in cui le perle vengono spesso menzionate sia nella venerazione degli dei sia come tributo all’imperatore da parte di principi stranieri. Dallo Shu Jing, antichissimo testo risalente al 2350 a.c., si può evincere come nel 23mo secolo a.c. l’imperatore Yu  ricevette in tributo “fili di perle non perfettamente rotonde” dal fiume Hwai. L’antico dizionario cinese, il Nh’ya, risalente al 30 secoli fa, ne parla come di preziosi gioielli ritrovati nella provincia di Shen-si, nella frontiera ovest.
La Cina vanta la più antica produzione di perle del mondo e fu il primo paese a sviluppare gli allevamenti di perle fin dal 1082 a.c.

Ci sono molte teorie fantastiche che popolano la tradizione letteraria cinese. Alcuni scrittori ritenevano che le perle fossero nate dal cervello di un drago fantastico. Altri scrissero che furono particolarmente abbondanti durante il regno di illustri imperatori e che venissero usate come amuleti contro gli incendi ed altre catastrofi.
Allusioni curiose si riferiscono a perle così brillanti da essere visibili fino a migliaia di chilometri, o grazie alle quali era possibile cucinare il riso.

Le perle cinesi sono di ottima qualità, e, specialmente nelle regioni meridionali, le condizioni per la formazione di perle sono ideali. Gli spazi sconfinati di questo paese presentano molteplici tipologie di acque che danno vita a moltissime varietà di ostriche. Ancora oggi la Cina produce il 96% delle perle vendute in tutto il mondo.

Le perle d’acqua dolce vengono raccolte da più di tremila anni e non solo per essere destinati all’arte orafa. La medicina tradizionale cinese utilizza l’ingestione di polvere di perla come trattamento contro patologie quali epilessia, convulsioni, ipertensione, insonnia e palpitazioni. I medici tradizionali cinesi suggerivano inoltre la polvere di perla per migliorare la vista e rilassare i nervi. E all’epoca dell’antica dinastia Ming il famoso dottore Li Shizhen inserì la polvere di perla nel suo famoso compendio di medicina come rimedio per la salute e la bellezza della pelle.

A proposito dell'autore

Da 20 anni Adriano Genisi si occupa di selezione, certificazione ed acquisto di perle coltivate nei paesi d’origine. Collabora stabilmente con importanti realtà produttive del settore gioielleria nel ruolo di consulente aziendale per gli acquisti e l’importazione diretta del prodotto.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata