nobili-6-7597892

Il culto dell’ornamento si è sempre accompagnato alla ricerca di gemme e metalli rari e preziosi. Non desta sorpresa perciò che fin dall’antichità la perla abbia recitato un ruolo da protagonista nella gioielleria più pregiata.

Gli arabi la chiamavano “dar“, termine tradotto poi dai greci come “pietra di Pinna“, individuandone così l’origine nei molluschi perliferi del Mediterraneo. Da questa definizione derivò poi probabilmente il termine latino “perna” (che letteralmente significa “coscia di maiale”), riferito alla conchiglia di Pinna nobilis, dalla caratteristica forma a ventaglio, e alle perle. Nei testi latini la perla è anche indicata come “pirula” o “perula”, probabilmente per la forma sferica (sphaerula, pronunciata “sperula”) o a pera. In epoca romana viene inoltre utilizzato il termine “margarita”, che compare anche nella Vulgata o traduzione latina della Bibbia. Quest’ultimo nome deriva dal greco “màrgaros”, a sua volta originato probabilmente dal sanscrito “manjari”, che significa “bocciolo”. Le vicende terminologiche sono spesso collegate a quelle della fama e della diffusione della perla, iniziata nei paesi orientali e poi diffusasi in tutto il mondo.

 

Compra gioielli e collane di perle di altissima qualità sul mio negozio genisi.com e ricevi il 10% di sconto al primo acquisto!

A proposito dell'autore

Da 20 anni Adriano Genisi si occupa di selezione, certificazione ed acquisto di perle coltivate nei paesi d’origine. Collabora stabilmente con importanti realtà produttive del settore gioielleria nel ruolo di consulente aziendale per gli acquisti e l’importazione diretta del prodotto.

Post correlati

2 Risposte

    • Adriano

      Hi Mike, thanks for your comment!
      Will be my pleasure to feed the blog with articles that can catch your interest!!!

      Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata