‘Sì viaggiare’ recitava il testo di una nota canzone del compianto Lucio Battisti ed io che quel cantante l’ho sempre amato ho fatto mia questa sua esortazione.

Viaggiare è infatti una delle attività che da sempre amo molto e quando una trentina d’anni fa andai a Cuba fu una sorta di viaggio pionieristico, soprattutto se penso a quanto è cambiata quell’isola da allora.

Cambi radicali della “visione” del turista e del beneficio che il paese ne avrebbe ricevuto hanno infatti stravolto quello che era l’immagine di un paese noto per essere stato sino ad allora l’isola della “revolución”.

Mi piace quindi ricordarla con le sfaccettature vissute allora; un mix di situazioni di vita in alcuni casi poco comprensibili a noi “ricchi” occidentali.

Situazioni che a quel tempo ho avuto modo di vivere in prima persona perché con loro mi son voluto mescolare per poter avere ancor di più la capacità di entrare in sintonia.

Io e la mia allora “morosa”, ora moglie, abbiamo vissuto situazioni davvero molto diverse tra loro, dal dormire nelle cosiddette case particular, (case o ville private risalenti al florido periodo americano pre-Castro) e nei primissimi villaggi turistici allora di recentissima costruzione.

Cuba e l’Avana in modo particolare sono pregne di storia e di racconti.

Affascinante ed intrigante come una bella donna, L’Avana racconta di sé attraverso nomi illustri quali Ernest Hemingway che lì nel 1940 acquistò la sua Finca La Vigia, la casa nella quale scrisse alcune delle sue opere più note: Per Chi Suona la Campana e Il Vecchio e il Mare.

Cuba è anche e soprattutto il Floridita, patria del Daiquirì e La Bodeguita del Medio, noto per il suo mojito, due piccoli bar che ancora oggi resistono e racchiudono la vivacità impressa da Hemingway.

Il giro dell’isola ci ha portato sino alla Terraza dove lo scrittore raccontò Il vecchio e il mare. La Terraza è un bar di un pescatore nel piccolo villaggio di Cojimar. È qui che Hemingway ormeggiava la sua barca, Pilar, e dove trascorse molte giornate a bere con i pescatori come Antonio.

Antonio, un uomo capace di conquistare chiunque grazie alla naturale solarità e simpatia che lo caratterizzava.

Entrammo velocemente in confidenza e questo ci valse un paio di chicche non esattamente comuni a tutti i turisti.

La prima fu di carattere culinario, ci offrì infatti delle splendide aragoste pescate la notte precedente e un piatto locale preparato con il mollusco proveniente dallo Strombus Gigas.

Ma la sorpresa delle sorprese fu quando ci chiese se eravamo interessati ad acquistare le rarissime perle naturali rinvenute appunto nello Strombus Gigas.

L’emozione fu grandissima.

Per la prima volta vidi e toccai le mitiche perle rosa naturali che sino ad allora erano per me state accessibili solamente in foto sui libri di gemmologia.

Il colore di quelle perle stregò letteralmente sia me che mia moglie!

Il rosa è uno dei colori che maggiormente caratterizza ed identifica le perle ed è stato, senza ombra di dubbio, motivo di ispirazione quando ho pensato di realizzare la linea Perla rosa.

 

Rosa, viola, perle lavanda…ma quanti tipi ne esistono?

Già, l’universo delle perle è meraviglioso, soprattutto quando parliamo di colori.

Ebbene, le perle rosa sono ‘tecnicamente’ le perle lavanda. Quando noi acquistiamo la materia prima facciamo, infatti, riferimento alle perle lavanda, perché stiamo parlando di una scala di colori che va dal viola profondo fino al rosa più tenue.

Ecco spiegato perché la parure di perle rosa può essere ‘tecnicamente’ definita una collana di perle lavanda, non è curioso?

Ma al di la del nome, ciò che resta è il fascino innato di queste perle, quintessenza della femminilità che incanta chi ama i colori delicati e che è sempre più ricercato da chi vuole esaltare l’animo femminile nella scelta dei gioielli.

Parure di perle rosa: il fascino del romanzo

 

Quando ho realizzato la linea Parure Perle Rosa il mio punto di riferimento era il romanzo.

Immaginavo nella mia mente storie di eroine, di castellane e di figure femminili leggendarie che potevano indossare questa collezione, anche se erano vissute migliaia di anni fa!

Del resto la linea è un omaggio al romanzo, perché il design è deciso, le perle sono incantevoli e l’argento rosé satinato ne definisce l’allure più particolare.

Si tratta di gioielli composti da perle d’acqua dolce Kasumiga in nuances che scorrono dal lavanda al rosa medio a crescere, in una gamma di colori inaspettata e coinvolgente.

Parure anello e pendente con perla rosa

Immagine 1 di 1

Parure anello e pendente con perla rosa montati su elementi in argento satinato placcato oro rosè

 

La linea Parure Perle Rosa comprende una collana con pendente in perla rosa, un raffinato anello dal design molto particolare e una coppia di orecchini, a definire una collezione unica e sensuale.

A chi è dedicata la parure perle rosa?

Questa volta non ho dubbi!

La Parure Perle Rosa, con gli elementi che la compongono è dedicata alle anime raffinate, a chi per una volta nella vita ha sognato di essere la protagonista di un romanzo, di qualunque genere.

Sì, perché questa collezione trabocca di stile, di design e di ricerca, è una linea progettata nei minimi particolari per donne che vogliono rivelare un lato romantico, sensuale, di forte appartenenza al genere femminile.

Chi ama la letteratura di avventura sicuramente conosce Emilio Salgari, ma sicuramente sono di più le persone che hanno nel cuore Sandokan e le sue gesta eroiche. Ricordate la meravigliosa Perla di Labuan? Questa eroina conturbante raramente indossava le perle nello sceneggiato, ma veniva chiamata ‘la Perla‘ per la sua bellezza e il suo carisma, per la sua forza e la sua personalità unica.

È così che immagino la donna che indosserà la Parure Perle Rosa, forte ed eroica nella vita di ogni giorno e infinitamente femminile nel suo stile che le appartiene.

Ti invito a scoprire la linea Parure Perle Rosa nello shop Genisi Pearls cliccando qui e ti ricordo che per il primo acquisto hai diritto ad uno sconto del 10%!

Ti aspetto.

Adriano Genisi

Adriano Genisi

Vieni a scoprire la linea Perla rosa – 10% di sconto per il tuo primo acquisto

 

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata