Sapete a cosa stavo pensando?

Pensavo a quand’ero bimbo e a tutti i “natali” che la mia mente riesce a ricordare.

E’ un gioco divertente non trovate?

Provate anche voi, cercate di ricordare quanto più vi è possibile di quei momenti magici, l’eccitazione che l’atmosfera di festa riesce a conferire a tutti gli eventi che precedono e che consacrano il Natale.

Dai più prettamente religiosi a quelli di carattere più pagano. 

Sì, perché Natale è sicuramente la “festa delle feste”.

La sua atmosfera si percepisce molto prima dell’atteso giorno, perché tutto si muove in quella direzione e noi tutti, come ipnotizzati da una magnetica stella cometa, ne seguiamo il flusso.

Tra i miei ricordi più cari c’è un Natale di quasi cinquanta anni fa.

Io sono l’ultimo di tre figli e al tempo avrò avuto massimo cinque o sei anni.

C’era mio fratello Giancarlo d’un anno più grande di me e mia sorella Betty di quattro.

Ho un ricordo abbastanza vivo dell’apertura dei regali, che in casa nostra solitamente avveniva la mattina di Natale.

Io e mio fratello eravamo ancora nella fase “Babbo Natale esiste” mentre mia sorella oramai vicina agli undici anni aveva già capito tutto…

L’eccitazione aveva fatto l’effetto di dieci caffè presi prima di andare a letto.

Passai una notte agitata ed insonne nell’attesa di aprire i tanto sospirati regali.

Finalmente fu mattina, fuori era ancora buio, le luci dell’albero di Natale illuminavano la sala e i pacchetti, che si erano finalmente materializzati sotto l’albero.

La famiglia tutta fu svegliata al grido di Babbonataleèarrivatoooooooo!!

Era quindi ora di alzarsi per tutti… anche per chi avrebbe voluto rimanere a letto ancora un po’, ma tant’è i pacchetti non aspettavano altro che essere scartati ed io scalpitavo come un cavallino da sellare.

La sorpresa, garantisco, fu pienamente appagata, perché Babbo Natale aveva esaudito il mio desiderio ed il trenino con tanto di stazione e capostazione era ora realtà.

Io, mio fratello e mio papà dovevamo assolutamente montarlo subito, non potevo più resistere!

Dovevo finalmente vederlo girare su quel percorso fatto ad otto fantasticando d’essere alternativamente il macchinista o il capostazione.

Ma la curiosità di vedere cosa Babbo Natale ha riservato ai tuoi fratelli è quasi al pari di quella che ti riguarda direttamente.

Era quindi giunto il momento di scoprire i regali di Betty e Giancarlo.

A mio fratello arrivarono dei soldatini colorati davvero molto belli mentre a mia sorella qualcosa che ai tempi non provocò in me grade curiosità.

Vi state domando cosa fosse?

I suoi primi orecchini di perle!

Chissà, era probabilmente destino che queste gemme facessero parte della storia della mia famiglia sin da allora.

Seppi dopo qualche tempo che le erano stati regalati dalla nonna Maria.

Un dono che aveva una sua storia e una sua simbologia.

Le “donne” di casa Genisi, infatti, le indossavano da sempre ed era arrivato anche per Betty il momento di un gioiello senza tempo che, come perle in un filo legasse con un codice di eleganza e stile nonna, mamma, zie e nipote.

Ma i regali preziosi per Natale vanno di moda?

Cosa posso dirvi? Certo che no!

Basta guardarci attorno per scoprire cataloghi su cataloghi di giochi elettronici, bambole di ogni tipo, piccoli chimici e piccoli cuochi a non finire.

Certo, i balocchi fanno sicuramente la gioia dei bambini e sotto l’albero non possono mancare, ma se per quest’anno facessimo una scelta che resta nel tempo?

I giochi dopo un po’ stancano e vengono sostituiti da modelli nuovi e la tecnologia stufa un po’, perché dopo un paio di settimane è già uscito l’ultimo modello di smartphone e la nuova puntata del videogame di punta.

I regali preziosi per Natale hanno il potere di segnare un passaggio di commesse immaginario, intenso nelle intenzioni e che sa durare per sempre nel tempo.

Il regalo tecnologico non resta, punto e basta, mentre i regali preziosi per Natale sono qualcosa di eterno e potente, sono un dono dal significato profondo, soprattutto quando si lega alla famiglia e alle sue tradizioni.

 

 

Piccole Perle per grandi bambine

Perché le famiglie possano perpetuare un immaginario passaggio di consegne fra le generazioni ho pensato alla linea Piccole Perle.

Già il nome lascia intuire che si tratta di una collezione pensata per le bambine dagli 8 ai 13 anni, che stanno scoprendo il mondo a poco a poco e che meritano di ricevere un oggetto prezioso, che segnerà per sempre i ricordi della loro infanzia.

E se al momento non avranno, molto probabilmente, la capacità di apprezzare appieno il dono, fra pochi anni quel regalo prezioso di Natale diventerà il simbolo di un legame che unisce le donne e gli uomini di famiglia e tutto questo è decisamente meraviglioso.

Del resto, una donna adulta può apprezzare il dono di un collier di pelle, di una coppia di orecchini preziosi o di un anello di perle, mentre per una bambina il significato oggettivo del regalo prezioso è ancora, forse, poco chiaro.

Ricordo ancora una mia compagna di studi. Era una tipa tosta, un po’ punk. Ma aveva un cuore grande una borsetta che si portava sempre appresso, dove custodiva il bracciale di perle che la nonna le aveva regalato quando era bambina a Natale.

Quando penso alla linea Piccole Perle lei mi viene spesso in mente, perché so che quel dono le ha sciolto il cuore e che, anche se oggi indossa borchie e collane di pelle tutto il giorno, non si dividerà mai da quel bracciale così prezioso.

Vorrei raccontarvi la magia della linea Piccole Perle, una collezione facile da indossare, realizzata con perle di piccole dimensioni e pietre colorate, giocosa e adatta alle bambine.

Fanno parte della linea orecchini e bracciali, gioielli perfetti per le piccole perché amano indossarli e sentirsi delle vere principesse.

Ma questo è solo il punto di partenza, perché quello che è oggi un gioco divertente diventerà fra qualche anno un legame fra madri, nonne, zie, figlie e nipoti, diventerà il simbolo di una continuità familiare che solo i regali preziosi per Natale sanno offrire.

Puoi scoprire la linea Piccole Perle nello shop Genisi Pearls e ti ricordo che se questo è il tuo primo acquisto puoi approfittare dello sconto del 10% per i tuoi preziosi regali di Natale.

Ti aspetto.

       Adriano Genisi

Adriano Genisi

 

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata